Ripartiamo da casa, con umanità

spot lavazza spot ikea

Ormai si legge e si sente un po’ ovunque questo passo di Albert Einstein del 1955 che, ormai da anni, è diventato un inno alla crisi:

La creatività nasce dall’angoscia, come il giorno nasce dalla notte oscura. È nella crisi che nasce l’inventiva, le scoperte e le grandi strategie. Chi supera la crisi supera sé stesso senza essere superato. Chi attribuisce le proprie sconfitte e i propri errori alla crisi, violenta il proprio talento e mostra maggior interesse per i problemi piuttosto che per le soluzioni. La vera crisi è l’incompetenza. Il più grande difetto delle persone e delle nazioni è la pigrizia nel trovare soluzioni.

– Albert Einstein, La crisi come benedizione, 1955

Sinceramente: è un passo che ha rotto un po’ le palle, è vero – a me in primis; però, se guardo questi due spot di Lavazza e Ikea, quasi quasi mi viene da dire che, un po’ di ragione, forse ce l’aveva pure, il vecchio Albert.

Good Morning Humanity

Good Morning Humanity è la nuova campagna di comunicazione globale di Lavazza che, attraverso le parole del Discorso all’Umanità di Charlie Chaplin, vuole dare un messaggio di positività, presentando quello all’orizzonte come un mondo nuovo, pronto ad accogliere un’umanità ritrovata.

Un bello spot – di una bellezza non propriamente pubblicitaria, lo ammetto, ma è suggestiva e riesce a innescare risposte emotive in chi guarda.

Ripartiamo da casa

Dal canto suo, Ikea rilancia così: «Anche se il mondo fuori era in pausa, noi siamo andati avanti. E oggi siamo pronti a ripartire. Da casa, dove la vita non si è mai fermata»; con uno spot che, se possibile, supera lo storytelling di Lavazza per aderenza e delicatezza.

Due bellissimi esempi di storytelling

Due bellissimi esempi di storytelling al cui cospetto non rimane altro da fare che togliersi il cappello, alzare i culi dalle sedie e spellarsi le mani a forza di applausi.

Se questo articolo ti è piaciuto, condividilo con i tuoi amici ⬇️

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

4 × 3 =