Vendere, comunicare, legittimare: lo spot Jeep “Pronti a ripartire insieme” (2020)

spot jeep 2020

La pubblicità, in generale, può avere diversi scopi: vendere un prodotto, comunicare un valore, legittimare una scelta o un’azione. Può prefiggersi uno solo di questi obiettivi oppure tutti e tre contemporaneamente. È il caso dello spot Jeppe Renegade e Jeep Compass Pronti a ripartire insieme andato in onda a maggio 2020.

L’intento dello spot è ovviamente vendere i due modelli di SUV, ma non solo, poiché comunica e porta avanti uno di quelli che erano i valori tipici del brand, quell’italianità che, nonostante sia sempre meno aderente alla realtà, rimane nell’immaginario delle persone come uno stemma marchiato a fuoco nel cervello, e, attenzione, sembra cercare di legittimare una decisione e di preparare il terreno alle eventuali polemiche potrebbe suscitare.

E lo fa attraverso questa frase, su cui ruota tutto lo storytelling dello spot:

Ecco perché Jeep non poteva che ripartire così. Prodotta in Italia. Ripartiamo insieme.

A questo punto è indispensabile un piccolo excursus: a partire dal 2014, Jeep è stata prodotta nella fabbrica Fiat-SATA di Melfi (Italia), dal 2015 la produzione è stata spostata nel nuovo stabilimento brasiliano di Goiana (Pernambuco) e, da aprile 2016, in Cina nello stabilimento di Canton dalla GAC-FCA, filiale cinese del gruppo FCA in joint-venture con il costruttore GAC Group.¹

Adesso, a quanto suggerisce lo spot, Jeep tornerà in produzione negli stabilimenti italiani.

Un messaggio di questo tipo, che tradotto significa «Non abbiamo più prodotto i nostri veicoli in Italia, ma adesso torniamo a farlo», nonostante possa sembrare controproducente, in quanto mette in evidenza il tradimento (passatemi il termine forte) del valore dell’italianità, esalta l’Italia e la scelta di FCA di tornare a produrre nel Belpaese.

Il metamessaggio dello spot, invece, sembra essere un altro, strettamente collegato alla notizia che rimbalza in queste ore su tutte le agenzie secondo cui il gruppo FCA (azienda ormai italo-statunitense di diritto olandese) sarebbe in trattativa per un prestito da 6,3 miliardi di euro con garanzie statali.

Non ne faccio un discorso economico, né politico – non mi interessa farlo qui.

Ne faccio un discorso comunicativo, di come uno spot possa contenere dentro di sé tanti messaggi e metamessaggi con finalità differenti.


¹ Fonte: https://it.wikipedia.org/wiki/Jeep_Renegade
Photo by Lenny Kuhne on Unsplash


Se questo articolo ti è piaciuto, condividilo con i tuoi amici ⬇️

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

9 + 3 =