Fare marketing all’interno del web sociale: l’importanza dell’esperienzialità

fare social media marketing senza esperenzialità è come andare al cinema con gli occhi chiusi

Per quanto possa sembrare strano, l’esperienza è una parte rilevante del business aziendale (al pari del saper raccontare). Senza storcere troppo il naso, basti considerare che, comunque vogliamo guardarlo, un business  è fatto anche di persone – e ogni persona è la somma di più esperienze.

Di conseguenza, se cambia il modo di vivere le esperienze, cambiano anche le persone e cambia anche il modo di fare business.

Questo colloca l’esperienza all’interno della sfera delle ‘forme di consumo’ e trasforma questo benedetto business in un processo identitario (per le persone, ovviamente).

Ragion per cui, allo stato attuale delle cose, ogni azienda dovrebbe fare della dimensione esperienziale l’aspetto centrale del proprio business.

L’individuo al centro del social media marketing esperienziale

L’avvento di Internet e del web sociale ha spostato la posizione delle persone all’interno dei processi sia comunicativi che di consumo, e lo ha fatto in tutti i settori, ridefinendo il ruolo degli individui: non più elementi passivi della comunicazione di massa, ma protagonisti attivi che generano contenuti e li condividono.

Il web sociale, in particolare, ha fatto tabula rasa delle precedenti modalità con cui i consumatori sceglievano un prodotto, vivevano l’esperienza d’acquisto e fruizione e la raccontavano agli altri. Ha fatto tabula rasa e ha riscritto tutto da capo.

Frammenti di esperienza

I nuovi siti web, i social media, i marketplace e via dicendo dànno ai consumatori frammenti di esperienze altrui, recensioni e impressioni che diventano emozioni e racconti e che consentono di formulare precise aspettative su un determinato prodotto.

Il social web diventa, così, un potente mezzo nelle mani dei consumatori, non solo durante tutto il periodo d’acquisto, ma anche prima (nella fase di ricerca) e dopo (in quella di recensione e condivisione).

Social media marketing e relazioni

Ecco, quindi, che fare marketing all’interno del web sociale, fare social media marketing, va a coincidere con dell’idea di fare marketing esperienziale.

L’elemento su cui si fonda tutto questo discorso è la dimensione relazionale e sociale dell’esperienza d’acquisto. Senza ciò, verrebbe meno la premessa iniziale (il business è fatto di persone che condividono esperienze) e, a quel punto, non avrebbe senso neanche investire sulla propria presenza online e tutto andrebbe a farsi benedire.

Fare comunicazione (e/o marketing) online senza curarsi delle esperienze degli utenti è come andare al cinema e tenere gli occhi chiusi: puoi estrapolare qualcosa anche solo ascoltando certo, ma vuoi mettere?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *