Ti è mai capitato di sentirti invisibile?

SCUSA, NON TI AVEVO VISTO

16 storie di invisibilità e un'appendice amarissima

Qualche tempo fa ho iniziato a pubblicare online, con il nome di Storia della mia invisibilità, il resoconto di bizzarri avvenimenti che, continuamente, mi vedevano protagonista – e che possono essere riassunti così: di punto in bianco diventavo invisibile.

Alla fine, un po’ per megalomania, un po’ per esorcizzare la cosa, ho deciso di raccogliere questi resoconti in un libro – e ho deciso di intitolarlo Scusa, non ti avevo visto (il perché è abbastanza evidente – a differenza di me).

C’è anche un’appendice, alla fine del libro, in cui racconto le vite invisibili di altre persone – persone che ci stanno accanto tutti i giorni, ma che, per un motivo o per l’altro, non vediamo o, semplicemente, non vogliamo vedere.

Il fil rouge di tutto il libro è la disattenzione nei confronti degli altri. E, poiché gli altri, per gli altri, possiamo essere noi in qualunque momento, è meglio imparare prendere coscienza dell’umanità che ci circonda.