Se i giovani non leggono, forse la colpa è nostra

C’è questa frase di Cesare Pavese che, in un modo strano, mi ha sempre affascinato:

«Sono libri, leggici dentro fin che puoi. Sarai sempre un tapino se non leggi nei libri»

Cesare pavese, La luna e i falò

Ed è un frase che mi sono ritrovato più volte a ripetere a ragazzǝ e adolescenti quando mi sono travato a fare presentazioni o piccoli interventi nelle scuole. Perché, sì, dovunque andassi, c’era sempre quellǝ che si lamentava che i ragazzi e le ragazze di oggi non leggono – nel 99% dei casi era unǝ docente.

Così, un giorno, mi sono messo alla ricerca di un modo per invogliare alla lettura anche tuttǝ, soprattutto le fasce più giovani. Finché non mi è capitato tra le mani Scuola di fantasia di Gianni Rodari, che contiene un capitolo dedicati a 9 modi per insegnare ai bambini a odiare la lettura.

Badate bene: 9 modi per odiare la lettura; non per amarla. Per odiarla proprio. E, sintetizzando, i modi sono i seguenti:

1. Presentare il libro come un’alternativa alla TV

2. Presentare il libro come un’alternativa al fumetto

3. Dire ai bambini di oggi che i bambini di una volta leggevano di più

4. Ritenere che i bambini abbiano troppe distrazioni

5. Dare la colpa ai bambini se non amano la lettura

6. Trasformare il libro in uno strumento di tortura

7. Rifiutarsi di leggere al bambino

8. Non offrire una scelta sufficiente

9. Ordinare di leggere per insegnare ai ragazzi a odiare la lettura

Gianni Rodari, Scuola di fantasia, La Nava di Teseo, 2020

Ovviamente, trattandosi di Rodari, i protagonisti del testo sono i bambini e le bambine; ma è abbastanza evidente come questi consigli siano applicabili anche ai ragazzi e alle ragazze di tutte le età.

Sono sicuro che ognunǝ di noi si può rispecchiare in questo piccolo estratto e potrebbe fornire un proprio apporto personale alla lista.

Nessuno mi toglierà mai dalla testa il sospetto che, se i giovani non leggono, la colpa, forse, è anche la nostra.

Avanti, allora, qual è il vostro metodo per insegnare ai ragazzi e alle ragazze a odiare la lettura?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *